Eventi Mezzi Militari — 30 aprile 2016

Colonna della Libertà_manifesto

La Colonna della Libertà – 23 Aprile 2016

In occasione delle celebrazioni collegate al 25 Aprile (Anniversario della Liberazione) una colonna di oltre 150 mezzi militari d’epoca si è snodata per le strade del Veneto. Una visione d’altri tempi che a molti anziani avrà rievocato i giorni dell’entrata delle truppe alleate nelle varie città italiane, mano a mano che esse vedevano la ritirata tedesca. Momenti di euforica felicità perchè quella visione significava una sola cosa, immensamente desiderata: la fine della guerra.

L’arrivo di mezzi di varie nazionalità, carichi di soldati a volte in piedi o aggrappati alla meglio su camion, jeep, carri armati, che si univano alle grida di gioia dei cittadini che riempivano festanti le piazze per accoglierli costituì uno scenario che è rimasto impresso in innumerevoli fotofrafie e filmati dell’epoca.

La manifestazione 2016, così come le altre che l’hanno preceduta, ha voluto rievocare, durante i tre giorni in cui si è svolta, quell’atmosfera.  Non solo mezzi originali, perfettamente funzionanti e mantenuti in piena efficienza ma anche figuranti con divise dell’epoca che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione.

Quest’anno una delle tappe più importanti della tre giorni è stata all’aeroporto militare di Istrana, sede del 51° Stormo dell’A.M.I.; per l’occasione l’aeroporto ha aperto le porte al pubblico esponendo anche alcuni degli aerei della linea di volo dell’Aeronautica Militare:

  • Eurofighter Typhoon  4-20 e 36-31 (quest’ultimo con in coda i colori e lo stemma commemorativi dello SPAD di Francesco Baracca)
  • AMX 51-40
  • MB 339A  61-37
  • MB 339C 61-155

Il tempo era decisamente avverso e un grigio cupo aleggiava su tutta la regione; fortunatamente i rovesci d’acqua si sono verificati prima dell’arrivo dell’autocolonna e poi per il resto della giornata la pioggia ha concesso una provvidenziale tregua che ha permesso di dedicarsi alle fotografie ed alla visita dei mezzi esposti. Non sono un esperto di varianti e nomi dei vari mezzi terrestri della II GM, pertanto non ho corredato le foto di alcuna didascalia, lasciando ai visitatori l’onere della ricerca. Se però qualcuno, particolarmente ferrato e gentile, si prendesse la briga di darmi le corrette denominazioni dei mezzi, sarò felice di aggiornare la pagina.

Giulio Perugia

I MEZZI TERRESTRI

 

GLI AEREI

 

GLI AEREI A.M.I.

Share

About Author

Giulio Perugia

(0) Readers Comments

Comments are closed.