Recensioni velivoli Velivoli — 02 giugno 2013

Eduard Bf110 cockpit panel

Un’ottima idea per un nuovo prodotto, fuori dai soliti canoni del modellismo, che esalta un particolare di uno dei più noti kit aeronautici…. il cruscotto del Messerschmitt  Bf 110 in scala 1/4, seguito a ruota da quello del Messerschmitt  Bf 109E, altro gioiello della leggenda aeronautica.

Le scatole di montaggio sono della ditta EDUARD, affermatasi oramai come firma incontrastata per  super-accessoriare i nostri modelli, ma anche per le scelte originali dei soggetti ultimamente proposti. Il costo si aggira tra i 20-30 € a seconda delle occasioni che possono essere trovate anche su E-Bay; un prezzo comunque accessibile.

COSTRUZIONE

La costruzione non comporta in realtà un lavoro difficile, solo un po’ di attenzione nel distacco delle fotoincisioni (due set) e una seria ricerca in internet sul soggetto. Questo a causa della colorazione dei vari strumenti che non era standard e spesso è indefinita o mancante di riferimenti precisi. Io ho scelto la vista “full color” (come quando esce dalla fabbrica), la più  “accesa” e che colpisce molto.

COLORAZIONE

La base del pannello è in grigio tedesco 66, i “frames” degli indicatori sono in nero opaco, ho solo evidenziato in lucido le teste delle viti di ogni strumento. Le graduazioni e le scritte sono fornite come decals in bianco o grigio chiaro su fondo nero; le lancette sono in beige ma alcune sono in nero e non risultano più visibili una volta montate; ho preferito allora colorarle di bianco.

Attenzione, un consiglio: non incollate le lancette con la colla ciano acrilica, si rischia di rovinare il vetrino e nello stesso tempo la decal; usate piuttosto un puntino di colla vinilica e appoggiate la lancetta. Dopo cinque minuti appoggiate il vetrino e la cornice dello strumento. Anche i piccoli vetrini che vanno inseriti nei pannellini con le luci rosse vanno fissati con la colla vinilica.

Quello che manca in questa scatola è un sistema di appoggio una volta finito il cruscotto; alcune possibili soluzioni sono:

  1. prendere un pezzo di recupero (ad es. una bomba di aereo ma andrebbe bene anche un cappuccio di penna BIC), tagliarlo e fissarlo sul retro del cruscotto; infilare poi un tondino di legno e fissarne la parte opposta su una base in legno dove precedentemente è stato creato un foro;
  2. costruire o comprare una cornice (meglio farla fare da un corniciaio) per formare un quadretto fissando poi il cruscotto all’interno appendendola poi al muro;
  3. la versione che preferisco (ammesso di riuscire a trovarla): prendere una custodia per targhe da un venditore di coppe e fissare il cruscotto sul pannello interno ottenendo così sia la protezione del pezzo una volta chiusa la scatola che un pratico espositore con la scatola aperta.

A disposizione per eventuali chiarimenti nel caso voleste cimentarvi a montare questo tipi di kit.

Franco Callegari

Share

About Author

Giulio Perugia

(0) Readers Comments

Comments are closed.